Studioradio logo mobileStudioradio logo mobile
autoplay?
Scegli se ascoltare automaticamente lo streming di StudioRadio la prossima volta che torni su questo sito
ascolta
play pause
studioradio onair img
Condividi quello che stai ascoltando
ON AIR
History Hit 2000 *
NEXT ON AIR
The Lovin' Spoonful Daydream
Bob Bernard Quartet Comin' Home Baby
Shalamar Sweeter As The Days Go By

Un libro per L'aràdio

La storia della radio in un libro di ricordi, racconti e testimonianze di oltre ottanta protagonisti


la-radio.jpg

Il libro, pubblicato dalla Compagnia della Stampa - Massetti e Rodella Editori - e scritto da Giancarla Paladini, Andrea Croxatto e Franco Zanetti, e' stato presentato sabato 3 ottobre a Librixia, davanti a un folto pubblico tra cui tante delle voci di chi ha fatto la radio a Brescia.

Il primo trasmettitore di una radio libera 'ufficiale' bresciana fu acceso nell'ottobre del 1975.


Quarant'anni dopo, il libro 'L'aràdio' scritto da Giancarla Paladini, Andrea Croxatto e Franco Zanetti, ripercorre storia e storie dalla viva voce di oltre ottanta dei protagonisti, ricordi, racconti e testimonianze di un'epopea tanto indimenticabile quanto irripetibile che vede in primo piano anche l'esperienza digitale e in streaming di Studioradio. Il libro, pubblicato dalla Compagnia della Stampa, e' stato presentato da Marco Recalcati e dagli autori sabato 3 ottobre 2015 a Librixia, davanti a un folto pubblico tra cui tante delle voci di chi ha fatto la radio a Brescia. Il libro - ha spiegato Franco Zanetti - e' nato una sera in pizzeria con Andrea Croxatto, poi ho coinvolto Giancarla Paladini che e' la memoria storica perche' si ricorda tutto di tutti. E' stato molto piu' faticoso del previsto ma sono contento di aver fatto un libro pressoche' definitivo sulle storie di chi ha fatto la radio a Brescia, da quando cioe' è iniziata l'epopea delle radio private bresciane'.

Franco Zanetti e Giancarla Paladini (tra i pionieri di questa appassionante avventura iniziata come per gioco e poi diventata una professione) e Andrea Croxatto ci restituiscono un racconto emozionante e vivo attraverso le storie di conduttori, speakers, tecnici e direttori che hanno vissuto - spesso inconsapevolmente - un periodo rivoluzionario della comunicazione. 'Certamente e' un libro celebrativo, nostalgico, autoriferito, come deve essere un libro scritto da persone che quell'epopea l'hanno vissuta. Noi c'eravamo e siamo contenti di averla potuta raccontare' ha concluso Zanetti. Mentre Giancarla Paladini ha aggiunto: 'Per me la radio è stata un bellissimo lavoro, è quella che mi ha cambiato la vita che mi ha permesso di incontrare persone straordinarie. Penso che la radio sia un meraviglioso strumento di comunicazione, ma anche, o almeno per me lo è stata, un importante veicolo di crescita personale'. Certo non sono state tutte rose e fiori, nel libro emergono anche episodi tristi e storie senza lieto fine, e qualcuno dei protagonisti di allora non c'e' piu', ma quello che le accomuna tutte è l'amore incondizionato per l'aràdio.

All'interno del libro i principali collaboratori di Studioradio: Piero Tarantola, Pierre Pasolini, Paolo Salvarani, Tony Marano, Aldo Rizzo.

In primo piano